CORSO DI STORIA DELL'ARTE

A cura di ALBERTO COTTINO

Professore Associato abilitato in Storia dell'Arte.

Ha aperto, organizzato e diretto il Museo di Arti Decorative Pietro Accorsi.

E' stato docente di Metodologia della Ricerca Storico Artistica presso la Facoltà di Conservazione Beni Culturali e Artistici dell'Università di Bologna, sede di Ravenna.

E' docente di Stile, Storia dell'Arte e del Costume presso l'Accademia Albertina di Torino

I principali interessi di ricerca, testimoniati da un centinaio di monografie, saggi e interventi in cataloghi di mostre, di cui in decine di casi è stato curatore, s'indirizzano soprattutto ai diversi aspetti della pittura Barocca, Rinascimentale, alla Natura Morta, Classicismo e alla pittura di genere.

I suoi articoli sono pubblicati su riviste italiane e internazionali tra le quali:" The Burlington Magazine" "Artibus et Historiae", "Paragone", "Valori Tattili"

Programma Didattico

Il Cinquecento in Italia e in Europa

I grandi pittori del '500 europeo: Lucas Cranach, Pieter Bruegel il Vecchio, El Greco

La grande generazione dei pittori veneziani del '500: Jacopo Tintoretto, Paolo Veronese. Uno sguardo su Andrea Palladio

Il secondo '500 nel resto d'Italia (pittura, scultura, architettura)

 

CORSO DI STORIA DELL'ARTE MODERNA

A cura di MARZIA CAPANNOLO

Storica dell'arte e Art Advisor per collezionisti e investitori di arte. Collabora con riviste specializzate e cura progetti espositivi di arte moderna e contemporanea. Dal 2011 conduce conferenze e cicli di incontri tematici nell'ambito della divulgazione scientifica della Storia dell'Arte.

Programma didattico

Sottrazioni napoleoniche – Nel 1815 Antonio Canova viene inviato in Francia per recuperare una serie di importanti opere d'arte sottratte da Napoleone. Canova riesce nell'intento e riporta in Italia molti preziosi capolavori.

Henri Matisse – Il genio di Matisse ha cambiato il corso dell'Arte del Novecento. Durante il nostro incontro analizzeremo le icone giovanili, i capolavori della maturità fino alle opere dell'ultima fase.

Pablo Picasso – Nel 1937 il bombardamento della cittadina basca di Guernica venne drammaticamente commemorato dall'imponente tela di Picasso destinata al padiglione spagnolo dell'Esposizione Universale di Parigi. Oggi riconosciuta come uno dei massimi capolavori dell'arte moderna.

Giacomo Balla – Il torinese Giacomo Balla è tra i massimi esponenti della pittura italiana del primo novecento. Insieme agli allievi Boccioni e Severini, nel 1910 firmerà il Manifesto dei pittori futuristi e il Manifesto tecnico della pittura futurista.

 

CORSO DI STORIA DELLA LETTERATURA

A cura di MARCO VACCHETTI

Insegnante di letteratura italiana e latina presso il liceo classico Massimo D'Azeglio di Torino. Pittore, partecipa a mostre personali e collettive in Italia e all'estero. Dal 1995 è docente nel Master di Tecniche della Narrazione presso la Scuola Holden di Torino e dal 2000 al 2006 ne è stato il direttore didattico. Ha pubblicato il libro "Storie dell'arte" (BUR-Rizzoli, 2000). Tra il 2007 e il 2009 collabora con la redazione torinese del quotidiano La Repubblica. Tiene seminari di narratologia e storytelling presso master universitari e aziende, coordina progetti editoriali collabora con il Circolo dei Lettori, Il Quadrato della Cultura e Torino Spiritualità.

Programma didattico

Le Storie della Storia. Divagazioni tra le arti e gli accadimenti storici.

La storia nel suo perpetuo divenire ripropone a distanza di secoli situazioni drammatiche che ispirano la fantasia degli artisti e si intrecciano con le trame sottili delle opere. I quattro incontri offriranno l'opportunità di spaziare dall'Illiade all'assedio di Leningrado, da Guernica a Hiroshima, dalla Història Tràgico Marìtima al Titanic, dall'Amleto alla morte di Pasolini, lungo un itinerario che ci aiuterà a comprendere che i luoghi letterari e quelli reali non si trovano in mondi separati.

 

 

 

 

 

 

Joomla templates by a4joomla

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento del sito stesso. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando sul link o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti ad utilizzare i cookie.